Home

Materiali e tecniche

Argilla; É la materia madre del mio lavoro, con la quale do forma sculture in terra cotta, ceramiche e modelli di studio da riprodurre in altri materiali. Me interessano particolarmente le forme organiche e la loro stilizzazione, sia quando lavoro con figure prese dal vivo che quando compongo volumi immaginari.
Terra cotta; Utilizzando diversi tipi di d’argilla, a secondo delle esigenze tecniche del caso, modello ritratti di volto, avvalendomi dalla presenza del modello dal vivo o pure da un servizio fotografico idoneo. Questi ritratti o sculture realizzate in Terracotta possono a sua volta essere trasferiti in altri materiali come bronzo, cartapesta, gesso ecc.
Ritratti; Ritrago le caratteristiche espresive dei volti facendo uso di diversi elementi.
Ceramica; Con l’argilla, a volte pura o miscelata con polvere refrattaria di diversa granulometria, modello forme tridimensionali o bassorilievi sezionati modular mente, che faccio cuocere per ottenere la terracotta, dopo di che poso smaltarla e cuocerla ancora per ottenere una ceramica. Come con le altre tecniche, presto molta attenzione alle  colorazioni e testure, siano esse ottenute spontaneamente o di proposito, in questo senso  la ceramica mi offre una grande gama di possibilità e sorprese.
Terra cruda; Composta da argilla, paglia e sabbia. con la quale realizzo  forme scultoree, avvalendomi di stampi di gesso o lavorando direttamente l’impasto, costruzioni di mattoni tramite stampi di legno o metallo, stufe o intonaci da interno.
Amo evidenziare la naturale espressione dei materiali e sfruttare esteticamente crepe, pagliuzze o sassolini comparsi spontaneamente sulla pelle delle mie opere.
Cartapesta; con questa tecnica realizzo forme tridimensionali e basso rilievi, avvalendomi di stampi di gesso, ottenuti da modelli precedentemente realizzati in argilla. La tecnica della cartapesta mi permette di ottenere opere leggere che spesso installo integrandole all’ambiente.
Bronzo a cera persa; La tecnica del bronzo, oltre alla sua lunga durata nel tempo, ragione per cui è adatta alla realizzazione di monumenti, mi permette di modellare opere per le quali ho bisogno di utilizzare spessori sottili , in oltre mi dà la possibilità di saldare più parti, fuse separatamente, per comporre opere di piccole e  grandi dimensioni.
Pietra calcare; Utilizzo speso la pietra calcare locale per fare delle sculture, fontane, pile o lavandini, anche se preferisco scolpire il marmo di Carrara  La pietra mi fa sentire in forme il frutto della costanza, ogni piccolo colpo contribuisce alla nascita, liberazione o apparizione di nuovi caratteri nello spazio, Quando lavoro la pietra sento il peso, la resistenza e l’irreversibilità del atto.