Forno per il pane in Terra Cruda e Coccio Pesto

su un basamento di tufo do forma a un anello di terra del diametro  che avrà il forno al interno

coperto il perimetro del cerchio con calce e sabbia viene riempito il cerchio con uno strato di schegge di vetro, scarti di ferro, sabbia di fiume e sale grosso

uno strato di 6cm di argilla refrattaria per coprire il tutto, che verrà pestato, mentre asciuga, fin che diventerà compatto e poi rifinito a liscio con un impasto di terra refrattaria fine e l’americana fine e l’americana

 

comincio a salire con l’argilla refrattaria con la tecnica del colombine battute

una centina (catenaria) di legno per la volta della porta

la calotta e pronta per praticargli dei tagli e dividerla in sedici spicchi che serviranno a d accompagnare le dilatazioni e contrazione evitando cosi che si facciano crepe non previste

preparazione del impasto con barbotina e tanta paglia per ricoprire tutta la superficie con uno strato di 3 cm c.c.

con lo steso impasto di paglia e argilla vengono posizionate radialmente le bottiglie di birra che serviranno sia di accumulo termico che come isolamento

per evitare dilatazioni diverse nella volta che nel forno sarebbe conveniente ricoprire anche essa con bottiglie e tutto il resto in modo che ci sia una superficie unica attorno al intero forno

ecco la prima fase completata, ora si lascia seccare per qualche giorno, dietro ho predisposto un ingresso d’aria secondario per facilitare una efficace combustione dei gas al interno

la canna fumaria andrà tutta coperta con lana di roccia, legata col filo dei canapa e ulteriormente ricoperta, prima con uno strato di barbotina e subito dopo con uno di terra e paglia

quando il tutto sarà completamente secco e avrà ritirato dopo averlo bagnato superficialmente si potrà intonacare con calce e coccio pesto

ora il Forno e stato intonacato con due cm di calce, coccio pesto e sabbia di 2mm e dovrà asciugare per qualche giorno

dopo l’applicazione dello strato d’impasto fine e pressato con attrezzi a posta per rendere liscia la superficie, viene dato il sapone negro che reagisce con la calce creando cristalli microscopici che impermeabilizzano la superficie

il giorno seguente gli do il sapone nero e lo rifinisco per ultima volta con la pietra lucidando ancora la superficie

eccolo pronto per l’uso…