Biografia sintetica

Hermann Mejer Nato a Mendoza, Argentina, il 3 agosto 1961, inizia nel 1978 la sua formazione artistica all’Accademia Nazionale d’Arte di Mendoza, seguendo corsi di ceramica e scultura. Coordina i primi incontri di giovani artisti latinoamericani.

Partecipa alla creazione e installazione di scenografie teatrali, quali “Il Ballerino del diavolo” di D.Sanchez.

Nel 1989 si trasferisce in Italia a Firenze dove si specializza in tecniche scultoree e rinascimentali,con particolare attenzione allo studio della  ritrattistica scultorea. Collabora con alcune fonderie fiorentine quali Il Cesello dei F.lli Cipriani, studiando e realizzando riproduzioni di classici rinascimentali in bronzo. Contemporaneamente nel suo studio privato di Santo Spirito tiene corsi di formazione per giovani scultori in collaborazione con la Scuola Machiavelli, La American Academy of Art ed altri istituti artistici.

Espone le sue opere in Italia e all’estero. Nel 1997 si trasferisce a New York dove collabora a progetti scenografici e realizza mostre personali e collettive.

Tra le numerose commissioni ritrattistiche si distinguono:

– Ritratto dello sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, sovrano di Abu Dhabi, Emirati Arabi.
– Scultura equestre in bronzo per Giancarlo Conte, Milano.
– Busto della cantante soul Alicia Keys, per la Columbia Records, New York.
– Ritratto del cantante rap KRS One, New York.
– Bronzo monumentale dedicato a Domenico Modugno, commissionata dal comune di Polignano a Mare (Bari).

Artista contemporaneo,di formazione accademica, ritrae il carattere dei suoi modelli in chiave figurativa classica. Nel suo percorso artistico sperimenta il processo di trasformazione ed espressione di materiali forme e movimento. Le sue opere sono presenti in diverse collezioni private a Buenos Aires, Firenze, New York, Londra, Berlino, Monaco.

Dal 2002 risiede in Puglia, nella Valle D’Itria, dove continua la sua attività artistica e sperimentale. investigando le possibilità tecnico-espressive della terra cruda, terra cotta , ceramica, pietra calcare ecc. e le loro eco sostenibili applicazioni

Alcune delle sue opere sono esposte in forma permanente nella galleria “Peppino Campanella” Polignano a Mare (Italia) e nella Mostly Glass Gallery, New Jersey (USA).