Coccio Pesto

Graffiato su coccio pesto

Il Coccio Pesto e una tecnica antichissima che si bassa sul utilizzo de la calce, miscelata con diverse sabbie e l’aggiunta di quel che gli da il nome; la polvere di mattoni (coccio pesto). Questa tecnica venne già utilizzata dai Romani e ancora prima in  Cartagine e Marocco, per la sua caratteristica idrorepellente e, a secondo la tecnica utilizzata, anche  impermeabile, per la realizzazione di acquedotti, Cisterne, vasche da bagno ecc. In Marocco con  l’utilizzo degli stessi materiali si fa una tecnica chiamata “Tadelakt”, per ottenere superfici simili al marmo con l’aiuto del sapone nero e pietre di fiume molto lisce che servono  per compattare la superficie creando  uno smalto impermeabile. Io mi avvalgo dai materiali locali(polvere di mattone, sabbie e grassello di calce)  per mettere in pratica la tecnica del Tadelakt che ho studiato in Marrakech

I colore possono essere quelli naturali del coccio pesto e le sabbie o modificati mediante l’aggiunta di pigmenti provenienti da ossidi miscelati  artificialmente.